L’uomo di Marte

L’uomo di Marte

Nel libro L’uomo di Marte viene narrata l’avventura di Mark Watney, astronauta-botanico, scappato per miracolo da un incidente che ha coinvolto la spedizione Ares 3 e tutto il suo equipaggio. Quest’ultimo, credendolo morto dopo averlo visto scaraventato fuori dall’abitacolo e trafitto da un’antenna, non può fare altro che fuggire in cerca della salvezza.Così, Mark, con la sua audacia, la sua forza di volontà e soprattutto dalla voglia di non lasciarsi battere da quel mondo non adatto all’uomo, cercherà di sopravvivere in un pianeta inospitale come Marte, dove l’atmosfera estremamente rarefatta, la mancanza di acqua, l’elevata presenza di CO2 e una temperatura media molto più bassa di quella terrestre risultano del tutto inadatti a una creatura terrestre.

Con un innato senso dell’umorismo e di autoironia, Mark trascrive cosi sul suo diario ogni giorno trascorso su Marte, descrivendo con accuratezza e precisione le tecniche ingegneristiche che mette che sviluppa per ricavare acqua dall’atmosfera , per creare un terreno fertile alla coltivazione di vegetali, in particolare modo patate che lo salveranno dalla morte per inedia, per rimettere in funzione mezzi di comunicazione con la Terra, tute spaziali, materiale astronomico e veicoli spaziali.

Con la sua mente colta da ingegnere cosmico e la sua forte voglia di lottare, comprende che l’unico modo per tornare sano e salvo sulla Terra e poter così affermare di aver “sconfitto” il pianeta rosso ed essere stato l’unico ad avervi messo piede e soprattutto a restare illeso, è quello di raggiungere la base Schiaparelli destinazione della prossima missione Ares 4 ma a 3200 km dal luogo dove lui si trova.

Le difficoltà e i rischi sono davvero molti, il cibo basta a malapena per un anno, l’attraversamento delle grandi pianure solcate da canyon profondi, crateri e zone erose, e l’improvvisa comparsa di tempeste di sabbia riduce notevolemente la probabilità di successo dell’impresa.

Fortunatamente per Watney l’equipaggio di Ares 3, a bordo di Hermes, venuto a conoscenza della sua condizione da superstite e della sua lotta per la vita, torna indietro per riprenderlo e per compiere dunque la più grande spedizione di soccorso della storia umana, anticipando cosi l’arrivo della spedizione Ares 4

L’autore Andy Weir, scrittore statunitense è appassionato di ingegneria spaziale, è cresciuto leggendo libri di fantascienza e lavorando come programmatore di computer, software e videogames.L’uomo di Marte è il suo primo romanzo ed è divenuto in poco tempo best seller internazionale, tradotto in 34 Paesi.

con descrizioni ricche di dettagli e coerenti con le tecniche ingegneristiche , Weir ha la capacità di ci condurci sul pianeta rosso ed è come se fossimo noi al posto dell’astronauta-botanico in cerca di un modo per combattere le ore , la fame e la voglia di lottare sino alle nostre ultime possibilità.

Da questo romanzo, il regista Ridley Scott, dopo numerose pellicole fantascientifiche quali Alien, Blade Runner e Prometheus, ne ha tratto il film “Sopravvissuto – The Martian” uscito a ottobre 2015 sia negli Stati Uniti sia in Italia, con il protagonista interpreato da Matt Damon.

È da 50 anni che l’uomo studia e cerca di trovare un modo per raggiungere il pianeta rosso inviando sonde, Rover e altri veicoli senza equipaggio per raccogliere dati e portarli sulla Terra. La Nasa, oggi, sta progettando di inviare un Rover nel 2016 per la missione Astrobiology Field Laboratory.

nell’attesa , non ci resta che leggere questo meraviglioso libro

Autore : Andy Weir
Genere : Avventura
Editore : Newton Compton Editori

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *