La lettera

La trama di questo romanzo è semplice, ma mai banale  ,  attraverso  una scrittura scorrevole e leggera, l’autrice è riuscita a creare la giusta atmosfera per far immedesimare il lettore nella storia.Il romanzo si divide in tre storie che legano, man mano, le vite dei protagonisti.

La prima protagonista è Tina, una donna che vive negli anni Settanta il suo rapporto conflittuale, di amore e odio, con il marito, un uomo violento e alcolizzato che spesso la picchia e la umilia, ma da cui lei non riesce a staccarsi.

Questa donna piegata al volere del marito, oltre a occuparsi di tutto in casa, lavora per sopperire alle mancanze del marito, spesso disoccupato e senza intenzioni di trovare un posto. Tina si sente appagata solo il sabato quando presta volontariato in un negozio che raccoglie e distribuisce vestiti per i più bisognosi.

Un giorno, nella tasca di una giaccia Tina trova una lettera datata 1939 indirizzata a Miss Skinner, che risiedeva nella città di Manchester. La lettera, mai arrivata a destinazione, contiene delle scuse da parte di un uomo alla sua amata, lasciata nel momento in cui lui, ha saputo che lei era incinta.

I due sono giovani, è periodo di guerra e il ragazzo si sente sconvolto da quella notizia, e per quanto Billy ami Chrissie, la sua ragazza, non sa cosa fare e fugge momentaneamente senza sapere che quella sarà l’ultima volta che vedrà la sua fidanzata.

La lettera nella giacca non è mai stata spedita, ed è ancora custodita in una vecchia busta ormai ingiallita la donna la legge e, rapita da quelle parole intense e sincere , decide di intervenire e si mette alla ricerca dei due innamorati.

Sono trascorsi ormai 35 anni da quella lettera e Chrissie non ha mai saputo che il ragazzo impaurito che era scappato da lei, un attimo dopo le aveva provato a chiedere scusa attraverso quelle parole per il suo stupido gesto.ma soprattutto la ragazza non sa che lui la ama ancora sopra ogni cosa. La guerra e il destino li ha divisi ma Tina vuole dare loro una seconda possibilità.

il terzo protagonista è William, il figlio di Chrissie e Billy, un giovane alla ricerca del proprio passato, che dall’America va in Irlanda per capire chi sia la madre e perché è stato abbandonato.

La lettera è un romanzo dal forte impatto emotivo, che pone l’attenzione sui rapporti tra genitori , figlio e amanti .Fa riflettere sull’abbandono, su situazioni dove è impossibile ribellarsi e  sul disonore che all’epoca una donna non sposata arrecava alla sua famiglia nel momento in cui rimaneva incinta.

Questo bel libro, è un grido di speranza, un amplificatore per far sentire la voce di migliaia di giovani donne che hanno sofferto per aver dato alla luce il frutto dell’amore senza essere capite e accettate dalle proprie famiglie.

 

La lettera ha raggiunto un successo editoriale clamoroso, scalando le classifiche di tutto il mondo e vendendo 500.000 copie. Il primo romanzo di Kathryn Hughes è diventato in poco tempo un caso editoriale e il motivo è dato dal passaparola dei lettori e da un’avvincente storia che coinvolge dalla prima all’ultima paginaa breve verrà prodotto un film che chi ha letto il romanzo sicuramente non si perderà.

Autore : Kathryn Hughes

Casa Editrice : Editrice Nord

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *