Parigi, anni ’50,Gli icorreggibili ottimisti sono profughi dei Paesi dell’Est comunista, abili giocatori di scacchi,Le loro storie raccontano La Storia di quegli anni, dolori , amori lontani, torture e deportazioni.

Storie cariche di vita , di ideali e della speranza di poter ancora cambiare il mondo.

(Jean Michel Guenassia)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *