Il lungo inverno invincibile

Il 22 giugno è uscito il nuovo libro di Silvia Tufano, “Il lungo inverno invincibile”, edito da Scatole Parlanti-Edizioni Alterego. Il romanzo parte dal primo incontro tra i due protagonisti che non avviene in uno scenario idilliaco; malgrado ciò Bob capisce subito di trovarsi di fronte a un bambino speciale, Robert. Il legame tra i due risulta subito palpabile e indissolubile, ma un lungo inverno – metaforico e non solo climatico – spinge il loro cammino su due percorsi paralleli. Le loro unicità e le loro storie si fondono in un vortice di affetto, amicizia e surrealismo, in una dimensione spazio-temporale senza limiti e oltre il tempo. Quanto di quello che avranno vissuto insieme, però, sarà realmente accaduto e quanto, invece, soltanto immaginato? Un romanzo fantasy che affronta la precaria condizione umana nella lotta costante per l’emersione dalla condizione di “trasparenza” umana e sociale dei protagonisti di una narrazione avvincente, ricca di colpi di scena. L’assenza di percezione dell’altro, infatti, rimanda a un tema molto caro all’autrice: l’invisibilità. Possiamo dire che tutti i suoi scritti rimandano a questo minimo comune denominatore che è il “passare inosservati” non tanto in quanto persone fisiche, ma in quanto portatori di idee ed in particolare di affettività, vicinanza, cura.

Silvia Tufano, pedagogista specializzata nel recupero del disagio sociale, è già nota al mondo letterario per i suoi precedenti lavori come la raccolta di racconti brevi Il sole sorge a est (Aletti Editore, 2014) e il romanzo La pioggia si può bere. Si è aggiudicata quattordici premi letterari in Italia e all’estero. Artista poliedrica, è conosciuta anche negli Stati Uniti, con cui intrattiene rapporti lavorativi costanti dal 2016. Il libro è ora in vendita su tutti i bookshop online (Amazon, Feltrinelli, Ibs, Libreria Universitaria, Unilibro, etc.) e ordinabile in tutte le librerie d’Italia.

 

Morti Sospette a Venezia

Olivia e Jonathan Cavendish, protagonisti dei romanzi della collana Thiller Europa, sono due fratelli molto particolari.E a dir la verità non sono nemmeno fratelli:La loro parentela è acquisita da quando il padre di lui, scozzese, ha sposato la madre di lei, francese.I due giovani (Olivia ha 14 anni ,Jonathan 13) sono molto diversi ; lei è appassionata di cucina , lui di botanica e di ornitologia ; lei è riflessiva , lui istintivo.

Differenze che emergono nitidamente nei capitoli raccontanti in prima persona ora da lui e ora da lei , che si alternano a quelli narrativi tradizionali.

Del resto gli autori sono due , i francesci Beatrice Nicodeme e Thierry Lefevre che hanno riversato su carta alcune loro caratteristiche, assieme alla passione per il delitto.

Già perchè la collana Thiller Europa , di cui Morti Sospette a Venezia è il quarto romanzo, è caratterizzata da trame noir , crimini e suspense continua.

L’obbiettivo è quello di avvicinare i lettori (da 12 anni in su) ai Paesi e ai luoghi che fanno da sfondo alla storia, coinvolgendoli in una vicenda serrata e ricca di colpi di scena , stimolando in loro la curiosità e il desiderio di viaggiare.

Morti Sospette a Venezia, vede l’arrivo dei Cavendishin laguna funestato dal ritrovamento di un cadavere:suicidio oppure omicidio?Olivia e Jonathan non riescono a sottrarsi al fascino dell’indagine.

Ma i pericoli sono dietro l’angolo.

Nella stessa collana Touring Junior ha pubblicato Oscuri complotti a Bruxelles , nel quale i ragazzi erano nella capitale belga alla ricerca della madre scomparsa ; Sporca notte a Londra , ambientato la notte prima di Natale in un teatro dove va in scena il Fantasma dell’opera , e il caso Morden , dal nome di un piccolo centro di pescatori in Norvegia, dove un taciturno allevatore di salmoni sembra nascondere uno spaventoso segreto.

 

Il cavaliere del grifone

Trama:
Siena, 1298. La famiglia Bonsignori, un tempo potentissima, rischia la rovina a causa di problemi finaziari. Filippo, figlio di Niccolò Bonsignori, organizza un torneo d’arme per dare nuovo lustro al nome della famiglia, ma i suoi piani non si fermano qui. Non si fermerà davanti a nulla pur di ricostruire la gloria di un tempo.  Nella Toscana guelfa, gli antichi conti Aldobrandeschi hanno ormai le ore contate. Il grifone di Grosseto dovrà inchinarsi di fronte alla potenza di Siena. La libertà dell’intera Toscana è in pericolo. Tra amori, battaglie, tradimenti e continui colpi di scena, c’è un solo ostacolo davanti ai sogni di potere di Filippo. Si chiama Bino degli Abati del Malia.

Recensione:

Un romanzo storico che dà voce a eroi senza volto, raccontando una battaglia antica quanto il mondo: la lotta contro l’oppressione, la lotta per la libertà , tra il bene e il male.

epico ed interessante, “Il cavaliere del grifone” si dimostra opera capace di coinvolgere il lettore sin da subito.
Alessandro Spalletta, con perizia e capacità narrativa e attraverso suggestive descrizioni , lega insieme verità storiche e fantasie letterarie, presentandole con una scrittura fluida e scorrevole.

Nelle pagine iniziali questo scritto sembra essere incentrato sull’amor cortese tra il giovane protagonista e una bella fanciulla di una ricca famiglia.
Basta proseguire solo di poco nella lettura per ritrovarci alle prese con intrighi, personaggi che mostrano un volto e ne tengono ben nascosto un altro, meno virtuoso e decisamente più avido.

Personaggio storico poco conosciuto, ma realmente esistito, Bino passa da giovane irruente, focoso, poco razionale e spesso ingenuo , ad uomo di avventura, soldato, capace di decisioni e di gesta che influenzano la sua vita e quella di chi gli stà vicino.

Tradimenti, battaglie , sullo sfondo della guerra storica tra Siena e Grosseto per il controllo del commercio del sale, ci offrono un libro capace di emozionare

Veramente ricca di adrenalina è la descrizione della battaglia che porta alla conclusione dell’opera, dove non mancano colpi di scena e un’importante rivelazione.

“Il cavaliere del grifone”, è un romanzo che piacerà agli appassionati del genere storico e a chi cerca azione insieme a personaggi ben caraterizzati e profondi.

Autore: Alessandro Spalletta

Genere: Romanzo storico

Acquista su Amazon

 

Il sigillo di Caravaggio

Trama:
Giunto da poco a Roma il giovane Caravaggio, comincia a lavorare nella bottega di Cavalier d’Arpino, famoso pittore tardo-manierista. Vorrebbe dipingere figure e mettersi alla prova con nuove sfide ma viene messo a realizzare nature morte, cosa che detesta. Ma il Cavalier d’Arpino, oltre a dipingere, commercia anche in dipinti, soprattutto nel Nord Europa. Ed è così che Caravaggio adocchia tra i nuovi arrivi una tavoletta di piccolo formato, opera di Hieronimus Bosch. Rappresenta una scena minuziosa e complicata, con alcune figure nude o vestite in modo curioso, immerse in uno strano paesaggio. Per dimostrare al suo maestro che sa dipingere figure umane, ma anche perché il dipinto lo attrae in un modo che non sa spiegare, Caravaggio lo ricopia di nascosto e lo tiene per sé. Quello che non sa è che gli cambierà presto la vita. Sulla tavoletta, infatti, è inciso un segreto preziosissimo, la chiave d’accesso alla Grande Opera alchemica. E c’è qualcuno disposto a qualunque cosa pur di entrarne in possesso.

Recensione:
“Il sigillo di Caravaggio” si rivela un romanzo storico che unisce il mistero, l’azione violenta classica del thriller ad elementi esoterici. Fantasia e Verità esaltano la già grande e discussa figura di Michelangelo  Caravaggio, pittore dal talento eterno, m anche vittima del suo stesso temperamento focoso ed iroso dove colpi di genio e colpi di testa erano direttamente proporizionali.

Il romanzo è ambientato nell’Italia del 1600, con le figure storiche dell’epoca riprodotte in maniera perfetta.Risaltano alcuni personaggi che non possiamo non amare per i loro carattere, come Costanza Colonna, donna decisa, forte e stabile, ma ugualmente in preda a dubbi e tormenti, bisognosa di suggerimenti, oppure al contrario odiare , come il cardinal nipote Borghese, antagonista e burattinaio dei guai mortali che circondano Caravaggio, uomo di chiesa che non disdegna di ricercare segreti alchemici celati in bella vista da un artista visionario che forse si sta prendendo gioco delle umane sorti e delle genti avide e corrotte.

la scrittura del libro è coinvolgente e narra una trama su più livelli temporali: nel primo troviamo Caravaggio in pericolo e sofferente per un pestaggio, nel secondo veniamo trasportati più avanti negli eventi, con la notizia della morte del pittore mentre si cerca di ricostruire ciò che è realmente accaduto. In questo non mancano momenti nei quali Caravaggio stesso è preda dei ricordi e mette così al corrente il lettore di fatti della sua vita passata, da fanciullo e da promettente autore di quadri memorabili, delle sue opere e delle colpe delle quali si è macchiato. Questa struttura regala una lettura dinamica, appassionante, dove non si può non temere per le sorti di quel protagonista combattivo, ma inerme, aiutato da gente semplice e sincera contro sicari decisi a tutto.

Una vicenda complessa , piena di mistero, di azioni sotterranee che tengono attento il lettore invogliato a scoprire la verità.

non manca di tristezza e malinconia, affezionati ormai a quest’uomo complicato. I segreti vengono svelati, alcuni colpevoli puniti, una certa giustizia amministrata.

“Il sigillo di Caravaggio” è un romanzo senza dubbio meritevole, ricco di sfumature come i quadri del protagonista.
Genere: Romanzo storico

Autore : Luigi De Pascalis

 

Acquista il libro su Amazon : Il Sigillo di Caravaggio

 

 

Scelgo me

Trama:
Jayla Raylai McCoy è l’avvocato societario più richiesto di Boston ma è anche una persona cinica, arrogante ed ermetica.Dietro la sua maschera di donna spietata e fredda si cela però un passato di perdite e scelte dolorose. L’unica persona in grado di comprenderla e leggerle l’anima è suo fratello Jordan. Un fratello che ha messo in pausa la sua vita solo per rivedere il sorriso sul viso di Jayla e che per lei sarebbe disposto a fare qualsiasi cosa. Christopher Byron è un uomo gentile, solare e dolce con tutti. Proprietario di una delle società di tecnologia più famose al mondo ha un sogno da realizzare che lo porterà nell’ufficio dell’avvocato più irritante e complicato che abbia mia conosciuto e per lui sarà impossibile non rimanere affascinato dalla bellezza della donna. Jayla e Chris, radicalmente opposti, con il tempo inizieranno a mettere in discussione le loro più ferme convinzioni arrivando a chiedersi se sí può veramente lasciare andare il proprio passato e soprattutto se è giusto tradire se stessi per amore di un’altra persona.

Recensione:
Certamente un ottimo libro pieno di buoni sentimenti, in grado di coinvolgere il lettore fin dall’inizio e coinvolgerlo totalmente nelle vite dei protagonisti. Persone che all’apparenza hanno tutto (ricchezza, bellezza, fama, carriera) ma l’autrice vuole subito far passare il messaggio che la felicità è altra cosa: quando nella vita si sono affrontati lutti e dolori, si resta segnati da un velo di tristezza interiore che non può essere annullato dalle soddisfazioni materiali.
L’autrice mostra tutta la sua bravura ed esperienza spostando ad ogni capitolo l’io narrante, consentendo così di notare come ogni evento provoca sensazioni diverse a seconda del protagonista che le sta vivendo in quel momento, con una grande capacità di immedesimazione sia nelle emozioni maschili che femminili.

Man mano che la narrazione prosegue, il lettore si accorgerà di scavare in fondo a se stesso , nei propri sentimenti e nei dolori vissuti direttamente, ritrovandosi a constatare con piacere che, lasciandosi guidare da valori sani e dall’amore per la vita e verso gli altri, alla fine il bene trionfa sempre sul male.

Ma non è certo un romanzo stucchevole e mieloso, e non manca qualche colpo di scena in grado di rimette tutto in discussione, di conseguenza anche il finale non è come lo immaginiamo quando i tasselli iniziano a comporsi.
La scrittura è molto scorrevole , con descrizioni talmente dettagliate che le parole lasciano il posto alle immagini e si ha la piacevole sensazione di seguire un film.Se siete amanti del genere , questo è senza dubbio un libro da leggere, di quelli che non si fa fatica a finire , riflettendo su quante nostre scelte siano state guidate solo dagli eventi. A volte, invece, bisognerebbe scegliere solo per sé stessi (proprio come dal titolo del libro) senza lasciarsi condizionare dalle attese altrui.

Genere : Romanzo Rosa

Autrice : Angela Bianchi

 

Acquista il libro su Amazon

 

Io prima di Te (Jojo Moyes)

Quando si inizia a leggere Io prima di te probabilmente non si ha la totale consapevolezza di dover affrontare un libro decisamente intenso e complesso per l’argomento che tratta.

Guardando la copertina e leggendo le prime pagina si ha quasi l’impressione di avere davanti un libro leggero, certo dalla tematica complessa, ma scritto con dolcezza e semplicità

Continue reading “Io prima di Te (Jojo Moyes)”

Il mare nasconde le stelle

Il mare nasconde le stelle” è l’ultimo romanzo di Francesca Barra, scrittrice e giornalista professionista per molte testate italiane oltre che collaboratrice per alcune delle più note e seguite reti televisive e canali radiofonici. Siamo a El Marg, un verdissimo quartiere del Cairo. Paesaggi tropicali di caldo arido e palme secolari. Remon , un ragazzino egiziano vive con i suoi genitori e il fratello in una piccola abitazione di mattoni vermigli, tappeti sui pavimenti, l’aroma avvolgente delle pietanze speziate e la semplicità di una vita che consente di godersi le piccole cose.

Continue reading “Il mare nasconde le stelle”

Storia di un cane e del bambino a cui insegnò la fedeltà

La nuova favola di Sepúlveda racconta la storia di un bambino e di un cane. Il bambino è un piccolo mapuche, fiera popolazione cilena che da sempre abita quelle terre; il cane, di razza, è il suo compagno di giochi, e il piccolo stringe con lui un intenso legame di amicizia. In questa regione del mondo, però, sono tempi duri e uomini dal cuore di ghiaccio decidono che non è possibile che un bambino mapuche sia il proprietario di un cane così pregiato.

Continue reading “Storia di un cane e del bambino a cui insegnò la fedeltà”

La lettrice di mezzanotte

Uscito da qualche mese nelle librerie “La lettrice di mezzanotte” di Alice Ozma, pubblicato con la Sperling & Krupfer sembra aver attirato l’attenzione dei lettori di tutto il mondo grazie alla sua storia delicata e affascinante.

Quello di Alice Ozma è un romanzo sui libri, uno spaccato di vita che con il suo procedere leggero e coinvolgente trova riscontro nel pubblico.

Nel “La lettrice di mezzanotte” Alice ha nove anni ed è figlia di un bibliotecario che si occupa di lei e dell’altra figlia da quando la madre se ne è andata di casa. Dopo che la figlia più grande lascia il nido per andare a studiare, Alice resta da sola con il padre e insieme iniziano un gioco che li terrà uniti per tantissimo tempo.

Continue reading “La lettrice di mezzanotte”

Una meravigliosa bugia

Erin è all’ultimo anno di liceo e da sempre si sente diversa. Perché al contrario dei suoi compagni non ha una bella macchina, non veste alla moda, non va alle feste. Perché Erin è cresciuta da sola, con una madre che non riesce a prendersi cura di lei. Il suo unico desiderio è quello di fuggire da quella città, da quella scuola, dagli altri ragazzi che non fanno altro che criticarla. Fuggire e ricominciare da zero. Ma un giorno nella gelateria dove lavora, entrano due occhi verdi che Erin conosce bene.

Continue reading “Una meravigliosa bugia”