Una donna può tutto

Le chiamavano Streghe della notte.Nel 1941 , un gruppo di ragazze sovietiche, riesce a conquistare un ruolo di primo piano nella battaglia contro il Terzo Reich. Rifiutando ogni presenza maschile, su fragili ma agili biplani , mostrano l’audacia , il coraggio di una guerra che può avere anche il volto delle donne.

La loro battaglia comincia ben prima di alzarsi in volo e continua dopo la vittoria.Prende avvio nei corridoi del Cremlino, prosegue nei duri mesi di addestramento , esplode nei cieli del Caucaso, si conclude con l’ostinata riproposizione di una memoria che la Storia al maschile vorrebbe cancellare.

Il loro vero obiettivo è l’emancipazione, la parità a tutti i costi con gli uomini.Il loro nemico, prima ancora dei tedeschi, il pregiudizio , la diffidenza dei loro compagni, l’oblio in cui vorrebbero confinarle.Contro questo oblio scrive Ritanna Armeni, che sfida tutti i “net” della nomenclatura fino a trovare l’ultima strega ancora in vita e ricostruisce insieme a lei la loro incredibile storia.

E’ Irina Rakobolskaja , 96 anni, la vice comandante del 588° reggimento, a raccontare il discorso , ardito e folle , con cui l’eroina nazionale Marina Raskova convince Stalin in persona a costruire i reggimenti di soli aviatrici.

E’ lei a descriverci il freddo e la paura, il coraggio e perfino l’amore dietro il 23.000 voli e le 1100 notti di combattimento. E a narrare la guerra come solo una donna potrebbe fare:”Ci sono i sentimenti, la sofferenza , il lutto, ma c’è anche la patria, il socialismo, la disciplina e la vittoria.C’è il patriottismo ma anche l’ironia; la rabbia insieme alla saggezza.C’è l’amicizia.E c’è , fortissima , la spinta alla conquista della parità con l’uomo , desiderata talmente tanto (e questa non è retorica), da scegliere di morire pur di ottenerla

 

Panacea. Al di là dell’abisso

 

Il testo nasce dal desiderio di provare a raccontare, attraverso disegni e parole, la quotidianità, gli stati d’animo, le paure e le angosce vissute ai tempi del Coronavirus. Un evento che ha stravolto la vita di tutti gli esseri umani, rendendoli consapevoli della propria vulnerabilità e anche della propria condizione di precarietà. Le poesie e le immagini, contenute in questo libro, sono il riflesso di questa situazione: le ore che non passano, la gente imbavagliata, nessuno che chiacchiera, che si abbraccia, nessuna stretta di mano, silenzi. Ma sono anche versi e illustrazioni di speranza, che guardano oltre questo momento così complicato, al di là dell’abisso, appunto. Il titolo del progetto si riferisce a Panacea, personaggio della mitologia greca, dea e personificazione della “guarigione universale e onnipotente”. Si diceva, infatti, che Panacea avesse una pozione con cui poteva curare tutti i malati. La parola è utilizzata, oggi, per indicare qualcosa in grado di risolvere un problema molto complicato.

Autori : Davide Uria Mariateresa Quercia

 

Il cavaliere del grifone

Trama:
Siena, 1298. La famiglia Bonsignori, un tempo potentissima, rischia la rovina a causa di problemi finaziari. Filippo, figlio di Niccolò Bonsignori, organizza un torneo d’arme per dare nuovo lustro al nome della famiglia, ma i suoi piani non si fermano qui. Non si fermerà davanti a nulla pur di ricostruire la gloria di un tempo.  Nella Toscana guelfa, gli antichi conti Aldobrandeschi hanno ormai le ore contate. Il grifone di Grosseto dovrà inchinarsi di fronte alla potenza di Siena. La libertà dell’intera Toscana è in pericolo. Tra amori, battaglie, tradimenti e continui colpi di scena, c’è un solo ostacolo davanti ai sogni di potere di Filippo. Si chiama Bino degli Abati del Malia.

Recensione:

Un romanzo storico che dà voce a eroi senza volto, raccontando una battaglia antica quanto il mondo: la lotta contro l’oppressione, la lotta per la libertà , tra il bene e il male.

epico ed interessante, “Il cavaliere del grifone” si dimostra opera capace di coinvolgere il lettore sin da subito.
Alessandro Spalletta, con perizia e capacità narrativa e attraverso suggestive descrizioni , lega insieme verità storiche e fantasie letterarie, presentandole con una scrittura fluida e scorrevole.

Nelle pagine iniziali questo scritto sembra essere incentrato sull’amor cortese tra il giovane protagonista e una bella fanciulla di una ricca famiglia.
Basta proseguire solo di poco nella lettura per ritrovarci alle prese con intrighi, personaggi che mostrano un volto e ne tengono ben nascosto un altro, meno virtuoso e decisamente più avido.

Personaggio storico poco conosciuto, ma realmente esistito, Bino passa da giovane irruente, focoso, poco razionale e spesso ingenuo , ad uomo di avventura, soldato, capace di decisioni e di gesta che influenzano la sua vita e quella di chi gli stà vicino.

Tradimenti, battaglie , sullo sfondo della guerra storica tra Siena e Grosseto per il controllo del commercio del sale, ci offrono un libro capace di emozionare

Veramente ricca di adrenalina è la descrizione della battaglia che porta alla conclusione dell’opera, dove non mancano colpi di scena e un’importante rivelazione.

“Il cavaliere del grifone”, è un romanzo che piacerà agli appassionati del genere storico e a chi cerca azione insieme a personaggi ben caraterizzati e profondi.

Autore: Alessandro Spalletta

Genere: Romanzo storico

Acquista su Amazon

 

Il monastero delle nebbie

Trama:
1217 , Castiglia del nord più precisamente Burgos. Il corpo straziato di una monaca viene trovato nel chiostro del monastero di Las Huelgas. Del delitto è subito accusata Fleur d’Annecy, una ragazza dall’oscuro passato, rifugiatasi lì con il figlio Ruggero. Il francescano Bonaventura da Iseo, famoso alchimista, è chiamato dalla badessa a fare luce sull’accaduto. Se Fleur afferma che l’assassino è un uomo misterioso, avvolto in un mantello rosso fuoco, Magnus, il terribile monaco inquisitore, è di tutt’altro avviso: è la ragazza, che ha evocato un demone nel monastero, la colpevole. Bonaventura inizia la sua lotta contro il tempo per salvare dal rogo Fleur e mettere al sicuro il figlio, mentre le mura di Las Huelgas continuano a tingersi del sangue. Riuscirà l’alchimista a scoprire chi si cela dietro la mano dell’assassino, prima che la vendetta dell’inquisitore si abbatta anche su di lui?

Recensione:
Sin dall’inizio,  “Il monastero delle nebbie” si rivela thriller storico dalle cupe atmosfere e dalla trama avvincente e perfetta.
Gli autori ci regalano una nuova avventura del frate dal passato di guerriero Bonaventura e della sua protetta Fleur , la donna con il dono delle visioni.
Una scrittura coinvolgente, scorrevole, carezzevole, foriera di presagi nefasti e uccisioni che terrorizzano perché incomprensibili.

Pagina dopo pagina si susseguono le sorprese, in questo thriller che non lascia riposo , dove oltre a difendersi dalla lama di chi si nasconde tra le nebbie , ci si deve guardare da chi vuole una soluzione semplice, veloce, tirando in ballo il maligno e i suoi demoni.

Un ritmo serrato, incalzante, che riprende anche quando sembra tutto finito, dove personaggi ben definiti ci accompagnano in una lettura che mai smette di interessare, permettendoci di indagare sull’animo umano e da quali desideri viene mosso. La voglia di libertà, l’onnipresente avidità e la follia esoterica di chi vuole vedere il mondo bruciare.

Certamente altre avventure attendono Bonaventura e Fleur, personaggi che vivono in bilico tra gli insegnamenti di Francesco d’Assisi e la predestinazione di una profezia.
“Il monastero delle nebbie”, un thriller storico imperdibile per gli appassionati e non
Genere: Romanzo storico

Autori : Pierpaolo Brunoldi e Antonio Santoro

Acquista il libro su Amazon

 

Il codice di Giuda

Trama:
“Sono due facce della stessa moneta , la moneta del male. Caino e Giuda sono il simbolo del male assoluto, dell’uomo che commette il peggiore dei peccati: togliere la vita a un altro uomo e toglierla a sé stesso.” Milano, marzo 2018, Il corpo di un sacerdote viene trovato appeso a una trave, un sacchetto con trenta monete, uno scritto che richiama il Vangelo apocrifo di Giuda , successivamente una catena di delitti inquietanti sotto la Madonnina. a cercare di fare luce su questa scia di sangue e orrori , viene incarato il commissario Ardigò, il predatore di assassini, che dovrà ricorrere a tutto il suo acume e appoggiarsi all’intelletto di uno psichiatra uxoricida che lui stesso anni prima ha fatto rinchiudere nei raggi di San Vittore. Una mente crudele e lucida che lo condurrà sulle tracce di un assassino che uccide interpretando il Vangelo più scomodo e difficile da accettare, quello che ribalta la figura del traditore Giuda trasformandolo in martire.

Recensione:
Un thriller dal fascino magnetico, con la sua scrittura decisa e coinvolgente, Carcano rapisce il lettore dalla realtà quotidiana trasportandolo nella sua Milano noir, coinvolgendolo dall’inizio fino alll’ultima parola del capitolo finale.
Un inizio ambientato in un tempo passato, con una vittima giovane, attiva in parrocchia, che per le iniziali e la sua attitudine fa risuonare nella mente il delitto Macchi, è il preludio a una vicenza intricata e a tinte forti.
Il vice questore Ardigò, è il personaggio principale, uomo cinico e disincantato, che non ama perdere tempo quando si tratta di dare la caccia al mostro di turno.Una trama accattivante, costruita in modo da mantenere sempre vivo l’interesse, che si fonda sul messaggio contenuto nel ritrovato Vangelo di Giuda, ribaltando l’immagine del grande traditore in discepolo prediletto, pronto a sacrificarsi, a farsi dannare dall’umanità in eterno, pur di aiutare il Maestro a realizzare il suo disegno divino.
Un omicida verso il quale non si può provare odio e rabbia , al massimo lo si può considerare  vittima di un certo delirio di onnipotenza, ma del quale si capisce il movente, la spinta omicidiaria, il sacrificio.

Tra un passato che determinato e influenza il presente, indagini nuove e altre passate , Ardigò ricerca anche un aiuto non convenzionale in un criminologo in carcere per uxoricidio, dando vita ad una narrazione dinamica che fluttua su diversi fronti e pone al lettore diversi interrogativi morali e considerazioni.

Questo è un libro che si beve, che incatena alle sue pagine. Per chi già conosce le opere di Carcano non resterà deluso da questo nuovo capitolo della sua produzione letteraria, chi si accosta a questo autore per la prima volta ne sarà conquistato e vorrà approfondirne la conoscenza.
“Il codice di Giuda”, un thriller da lode.
Genere: Thriller

Autore : Fabrizio Carcano

Aquista Il Codice di Giuda su Amazon

 

 

Il sigillo di Caravaggio

Trama:
Giunto da poco a Roma il giovane Caravaggio, comincia a lavorare nella bottega di Cavalier d’Arpino, famoso pittore tardo-manierista. Vorrebbe dipingere figure e mettersi alla prova con nuove sfide ma viene messo a realizzare nature morte, cosa che detesta. Ma il Cavalier d’Arpino, oltre a dipingere, commercia anche in dipinti, soprattutto nel Nord Europa. Ed è così che Caravaggio adocchia tra i nuovi arrivi una tavoletta di piccolo formato, opera di Hieronimus Bosch. Rappresenta una scena minuziosa e complicata, con alcune figure nude o vestite in modo curioso, immerse in uno strano paesaggio. Per dimostrare al suo maestro che sa dipingere figure umane, ma anche perché il dipinto lo attrae in un modo che non sa spiegare, Caravaggio lo ricopia di nascosto e lo tiene per sé. Quello che non sa è che gli cambierà presto la vita. Sulla tavoletta, infatti, è inciso un segreto preziosissimo, la chiave d’accesso alla Grande Opera alchemica. E c’è qualcuno disposto a qualunque cosa pur di entrarne in possesso.

Recensione:
“Il sigillo di Caravaggio” si rivela un romanzo storico che unisce il mistero, l’azione violenta classica del thriller ad elementi esoterici. Fantasia e Verità esaltano la già grande e discussa figura di Michelangelo  Caravaggio, pittore dal talento eterno, m anche vittima del suo stesso temperamento focoso ed iroso dove colpi di genio e colpi di testa erano direttamente proporizionali.

Il romanzo è ambientato nell’Italia del 1600, con le figure storiche dell’epoca riprodotte in maniera perfetta.Risaltano alcuni personaggi che non possiamo non amare per i loro carattere, come Costanza Colonna, donna decisa, forte e stabile, ma ugualmente in preda a dubbi e tormenti, bisognosa di suggerimenti, oppure al contrario odiare , come il cardinal nipote Borghese, antagonista e burattinaio dei guai mortali che circondano Caravaggio, uomo di chiesa che non disdegna di ricercare segreti alchemici celati in bella vista da un artista visionario che forse si sta prendendo gioco delle umane sorti e delle genti avide e corrotte.

la scrittura del libro è coinvolgente e narra una trama su più livelli temporali: nel primo troviamo Caravaggio in pericolo e sofferente per un pestaggio, nel secondo veniamo trasportati più avanti negli eventi, con la notizia della morte del pittore mentre si cerca di ricostruire ciò che è realmente accaduto. In questo non mancano momenti nei quali Caravaggio stesso è preda dei ricordi e mette così al corrente il lettore di fatti della sua vita passata, da fanciullo e da promettente autore di quadri memorabili, delle sue opere e delle colpe delle quali si è macchiato. Questa struttura regala una lettura dinamica, appassionante, dove non si può non temere per le sorti di quel protagonista combattivo, ma inerme, aiutato da gente semplice e sincera contro sicari decisi a tutto.

Una vicenda complessa , piena di mistero, di azioni sotterranee che tengono attento il lettore invogliato a scoprire la verità.

non manca di tristezza e malinconia, affezionati ormai a quest’uomo complicato. I segreti vengono svelati, alcuni colpevoli puniti, una certa giustizia amministrata.

“Il sigillo di Caravaggio” è un romanzo senza dubbio meritevole, ricco di sfumature come i quadri del protagonista.
Genere: Romanzo storico

Autore : Luigi De Pascalis

 

Acquista il libro su Amazon : Il Sigillo di Caravaggio

 

 

Trova tempo per me

Trama:
Matilde ha quindici anni; Sergio, suo fratello, 25. A separarli il suo lavoro , giovane creatore di fumetti, ma soprattutto la sua vita privata: Sergio, ha una relazione con un collega francese, François (Franç), con cui condivide anche la nuova casa in Provenza. A Roma rimane Matilde, con due grossi problemi: il padre e la madre. Consapevole dei pesi che affliggono la sorella, Sergio cerca di non farle mancare la propria vicinanza affettiva, facendosi vivo attraverso telefonate, wa, e-mail. Nella vita di Matilde, durante l’estate, entrano ed escono persone: entra il suo primo ragazzo ed escono figure importanti del suo passato. Un’estate indimenticabile, cui solo i più forti sopravviveranno.

Recensione:
“Trova tempo per me” è un romanzo fresco, capace fin da subito di conquistare il lettore.
Due protagonisti in questo libro, due fratelli, Sergio e Matilde, anche se è quest’ultima la protagonista principale dell’opera.
E’ entusiasmante seguire Matilde, perché ci si dimentica che stiamo leggendo un libro, tanto la sentiamo vicina a noi.
Questo è un romanzo per ragazzi, scritto per loro che probabilmente si ritroveranno nelle vicende racocntate, ma è perfetto anche per i “grandi”, per ricordare agli adulti come erano e fornire ai genitori una chiave interpretativa diversa per comprendere meglio questi adolescenti che a volte sembrano alieni, ma che invece sono capaci di stupirci.
Matilde trova sempre il tempo per ascoltare ed occuparsi di tutti, in cambio chiede solamente al suo fratellone, di non scordarsi mai di trovare del tempo per lei. Un messaggio importante che tutti dovremmo tenere bene in mente: esserci per chi conta nella nostra vita.
Attraverso un’estate lunga una vita, la protagonista crescerà, cambierà rimanendo fedele a sé stessa e ci farà affezionare a lei e alle figure che la circondano.

Silvia Fuochi ci invita in un viaggio che dura un’estate, con la sua scrittura scorrevole e semplice capace di farci entrare nel mondo di una quindicenne alle prese con mille difficoltà. In grado di trasmettere ironia già nelle prime righe, che fanno sorridere con una situazione surreale, l’autrice ci regala una trama profonda, che tocca temi importanti e di attualità con delicatezza, mantenendo sempre una lettura piacevole. In un linguaggio da terzo millennio tramite mail, wa e telefonate, la trama ci parla di omosessualità, della separazione tra i genitori, della distanza degli affetti, dell’amore adolescenziale e dell’amicizia.

Un romanzo semplicemente meraviglioso

Genere: Per ragazzi

Autore : Silvia Fuochi

Acquista Trova il Tempo per Me su Amazon

 

 

Il diavolo di Mergellina

Trama:
Un uomo assassinato in casa propria e una giovane donna incinta morta in circostanze dubbie.
Un efferato omicidio aspetta il suo colpevole da decenni. La riapertura del caso spinge chi lo vorrebbe irrisolto a mettere i bastoni tra le ruote della neonata Unità Delitti Insoluti. Ma gli agenti Sasso e Nardi non hanno intenzione di fermarsi e seguiranno una pista ormai fredda, trovandone un’altra caldissima, al punto da correre il pericolo di bruciarsi. Sasso ha un disperato bisogno di soldi e accetta l’incarico di dedicarsi a un caso apparentemente risolto per provare l’innocenza dell’unico imputato. L’indagine non autorizzata lo costringe a complicati sotterfugi, ma alla fine avrà bisogno dell’aiuto dell’ispettore Nardi per concluderla. Ricatti, depistaggi, omicidi vecchi e nuovi: lavoro e vicende personali si confondono e si trasformano, ma la squadra porterà alla luce la verità e farà, forse, giustizia.

Recensione:
“Il diavolo di Mergellina” è un libro formato da molte storie che si svolgono a cavallo tra il presente ed il passato, in un intreccio cosi ben realizzato, che nel leggere il libro vi verrà voglia di prendere una lavagna ed attaccarci dei post-it con la descrizione dei sospettati, dei testimoni, dei luoghi e dei tempi, in perfetto stile da poliziesco americano.
Il libro potrebbe essere senza dubbio un ottimo spunto per una serie televisiva, proprio perché i personaggi della squadra di polizia hanno spessore e sono al centro di vicende personali che li rendono qualcosa di più di semplici nomi sulla carta. Si finisce per parteggiare per alcuni di loro e per dubitare di altri semplicemente per quello che sono, come si farebbe per gli attori di un film.
Se poi aggiungiamo il fatto che l’autore, in mezzo a tutta questa complessità, riesca anche ad annegare un ottimo giallo, dove il colpevole è sotto i nostri occhi ma senza che lo si possa identificare fino al momento in cui gli investigatori ne scoprono l’identità, non si può che concludere di avere davanti un’opera davvero ben riuscita, che ricorda molto quelle di una grande scrittrice come Fred Vargas.
“Il diavolo di Mergellina” sicuramente è il miglior libro che abbia avuto l’occasione di leggere ultimamente.

Autore : Alessandro Testa

Genere: Poliziesco

Acquista il libro su Amazon


AliExpress

Il mistero della casa del tempo

Trama:
Lewis Barnavelt, dieci anni e una valigia ormai consumata tra le mani, si ritrova davanti al cancello di una casa misteriosa. La sua nuova casa. Dopo la morte dei genitori in un terribile incidente d’auto, nulla è come prima. Lewis si è lasciato tutto alle spalle e si è trasferito dall’altra parte del Paese , a casa dello zio Jonathan. Non l’ha mai conosciuto , ma quello che ha sentito dire di lui non gli piace per niente. Lo zio Jonathan è sempre stato il più eccentrico della famiglia, un fumatore incallito e un giocatore d’azzardo. E ora dovrà prendersi cura di lui. Ciò che aspetta Lewis però supera ogni immaginazione: una casa che nasconde passaggi segreti, sortilegi e illusioni, e uno zio che si dedica all’occultismo e alla magia insieme alla stravagante vicina. Lewis non riesce a credere ai propri occhi e comincia a cimentarsi con le arti magiche in prima persona. Almeno fino alla notte di Halloween. La notte in cui commette uno spaventoso errore, riportando in vita la crudele e potente strega che abitava nella casa prima dello zio. Serenna Izard. Serenna è tornata per un motivo: portare a termine un vecchio e diabolico piano. Molti anni prima, infatti, la donna aveva costruito insieme al marito un orologio stregato, capace di distruggere l’umanità intera, e lo aveva nascosto nelle mura della casa. Ora toccherà a Lewis trovare l’orologio e, forse, salvare il mondo. Un fantasy dalla grande forza immaginifica, pubblicato per la prima volta nel 1973 che ora è diventato uno straordinario film con Jack Black e Cate Blanchett. Età di lettura: da 8 anni.

Recensione:
Un fantasy adatto per i ragazzi dai dieci anni, un libro che i più grandi troveranno stupendo, un romanzo per tutti quelli che trovano la magia nella normalità e nella quotidianità della vita, questo è Il mistero della casa del tempo. Il protagonista è un bambino che, rimasto orfano, si trasferisce da uno zio che non ha mai incontrato. Certamente una premessa triste, ma la trama si svolge su ben altri ritmi ed emozioni, perché quando, assieme a Lewis, il lettore incontra lo zio, la sua vicina e la fantastica casa non può fare a meno di pensare: “Ecco dove avrei sempre voluto vivere da bambino e dove vivrei … anche ora!”. Allontanata tristezza e malinconia, si dà il via ad un’avventura straordinaria.

Una casa davvero incredibile con tantissimi passaggi segreti, zeppa di orologi e di oggetti normali solo in apparenza che rivelano deliziose magie: strumenti che suonano da soli, specchi che riflettono immagini di altri mondi , ombrelli che si trasformano in bacchette magiche. Un paese con case strane e bizzarre, con vie dai nomi improbabili, è il perfetto contorno.

Personaggi particolari  e dalcarattere facilmente comprensibile popolano il libro: zio Jonathan e la vicina, la signora Zimmermann, sono i buoni, dotati di energia e simpatia, poteri magici e istintivamente protettivi verso Lewis; la signora Izard, il marito e Manico, sono invece gli antagonisti, i maghi oscuri, i pericolosi; Tarby, il bambino con cui Lewis fa amicizia, è il ragazzino strafottente e fintamente interessato, arrogante per nascondere le sue debolezze; infine Lewis il protagonista, bambino grassottello e timido, alla costante ricerca di approvazione e considerazione da parte dei compagni. Goffo e insicuro, mette in moto una serie di eventi per mantenere l’amicizia con Tarby che porteranno il mondo sull’orlo della fine, ma proprio ponendo rimedio ai danni fatti, scoprirà cos’è il vero coraggio e l’amicizia sincera.

Una scrittura vivace, con parole divertenti e nuove, rende la lettura di questo romanzo un’esperienza senza dubbio piacevole, molto indicato anche per essere ascoltato, letto dai genitori ai figli che lo seguiranno con incantata attenzione.Un libro fantasy sull’amicizia, sul rapporto tra famigliari che ci parla della magia contenuta negli oggetti e del coraggio che si nasconde in ognuno di noi, basta solo avere un pizzico di fiducia in noi stessi
Consigliato a tutti, una lettura così fa bene all’umore!

 

Genere : Fantasy

Autore : John Bellairs

 

Acquista il libro su Amazon

 

I Figli del Male

È piena notte quando Damiano Valente uno scrittore diventato noto ricostruendo i casi di cronaca nera nei suoi libri, viene svegliato da una misteriosa telefonata.

In pochi minuti si ritrova sulla scena di un crimine atroce e inspiegabile: davanti ai suoi occhi un uomo con la gola tagliata, riverso in un’auto su una spiaggia vicino Castellacelo.

Sporco di sangue vicino al cadavere c’è un biglietto con un messaggio contenente solo due parole: Lui vede.

Damiano aveva promesso di non farsi più coinvolgere, di non scrivere più. Per dimenticare. Per sfuggire a un passato di morte e sangue che invece continua a tormentarlo. Ma gli incubi non sono finiti e lui non può tirarsi indietro. Anche perché il suo amico Flavio viene inghiottito dal buio, mentre cerca di aiutare una paziente della clinica psichiatrica in cui lavora. Esiste un collegamento tra i 2 casi? Per scoprire la verità Damiano dovrà tornare indietro fino al 1950, in un Sud profondamente segnato dalla guerra e dal regime fascista. Sono gli anni del giovane Mimì e del suo amore per Teresa. Gli anni del piccolo Tommaso e del pomeriggio in cui ritrova il corpo martoriato di un bambino sulla riva di un fiume. Gli anni in cui tutto ebbe inizio.

Un Thiller intenso e feroce , una storia di amicizia e dolore , di ferite e innocenza perduta.

L’autore entra direttamente nella mente umana generando una trama di vissuti e avvenimenti che si intrecciano in un continuo crescendo di tensione sino al colpo di coda finale.

il tutto nello sfondo del Cilento che mostra tutta la sua bellezza e oscurità

Antonio Lanzetta (Autore)

 

Iron Flowers

In un mondo governato dagli uomini , dove le donne non hanno nessun diritto, due sorelle gemelle ma completamente diverse l’una dall’altra., combattono per sopravvivere e cambiare l’ordine delle cose.

Nomi è testarda e ribelle. Serina invece è gentile e romantica e ha sempre sognato di diventare una delle Grazie, una delle mogli del principe. Ma quando le due ragazze si recano a palazzo, Nomi come ancella, Serina come candidata Grazia, succede qualcosa di inaspettato che cambierà per sempre le loro vite. Contro ogni previsione è proprio Nomi a essere scelta dal principe come sua donna, non Serina… E mentre per Nomi inizia così una vita a palazzo, tra sfarzo e pericolosi intrighi di corte, Serina viene accusata di tradimento per aver mostrato di saper leggere e viene condannata nell’isola di Monte Rovina, una prigione di donne ribelli in cui per sopravvivere occorre combattere e uccidere.

Per entrambe, la fuga è impossibile e un solo errore potrebbe portare alla morte , ma quando non esiste via d’uscita, l’unica soluzione è cambiare le regole del gioco e spesso basta il coraggio di una donna disperata per farlo.

 

 

I cipressi di Bajkal

La nostra mente ha la capacità di usare il nostro corpo, di spingerci oltre i nostri limiti, di limitarci o cambiare il modo in cui crediamo di essere.

Fabrizio Ducceschi ci conduce nei meandri più reconditi del cervello umano, quello che purtroppo porta alcune persone alla pedofilia, al traffico di organi o allo spaccio e all’uccisione dei propri simili.

Continue reading “I cipressi di Bajkal”

la Bambina nel Bosco (Barbara Abel)

Una serena e tranquilla giornata di primavera è l’ideale per una gita in mezzo al bosco.scampagnata che ben presto si trasforma in un mistero.

inizia cosi , con il più classico degli incipit il Romanzo La bambina nel bosco della scrittrice belga Barbara Abel edito da Leone Editore.

Durante una scampagnata organizzata dalla scuola, la piccola Emma si perde nel bosco, ritrovandosi in una galleria sotterranea «ad almeno due metri sottoterra» A ritrovarla nella fitta vegetazione è la giovane insegnante, Mylène, che non esita a infilarsi nella cavità dove è finita la sua piccola alunna.

La donna cerca di aiutare la bambina ad uscire dalla galleria

“Emma? Fai passare il tuo braccio in modo che possa darti il telefono. Spingi il quadratino verde che è sullo schermo, quello con il piccolo telefono disegnato sopra, va bene?”

Allunga l’apparecchio con le braccia tese verso l’alto.la bimba tarda ad apparire…, Emma non c’è più. Ha lasciato la sua insegnante in fondo alla galleria.

I genitori della bambina, Patrick e Camille, sono in crisi, ma si ritroveranno uniti per difendere la loro piccola, nonostante alcuni terribili dubbi inizino ad entrare tra i pensieri. «A cinque anni, si è innocenti. In tutti i sensi del termine» oppure Emma sa qualcosa che non può far altro che tenere segreto? Le vite di Emma e Mylène, infatti, sono legate tra di loro più di quanto la differenza d’età possa lasciare immaginare…

Un brivido opprimente e un tarlo che scava lunghe gallerie della mente del lettore.un labirinto da cui una volta dentro non si può più uscire

Io prima di Te (Jojo Moyes)

Quando si inizia a leggere Io prima di te probabilmente non si ha la totale consapevolezza di dover affrontare un libro decisamente intenso e complesso per l’argomento che tratta.

Guardando la copertina e leggendo le prime pagina si ha quasi l’impressione di avere davanti un libro leggero, certo dalla tematica complessa, ma scritto con dolcezza e semplicità

Continue reading “Io prima di Te (Jojo Moyes)”