La ragazza degli oceani

 

Il cantautore e scrittore bolognese Mimmo Parisi, ha pubblicato a fine maggio 2020, La ragazza degli oceani (PlanetEdizioni, pag. 236). Fra i libri più conosciuti di questo autore vale la pena citare, Sono tornati i Braccialetti rossi; mentre fra i premi, vi è In nome del rock italiano, vincitore del premio “IL MIO LIBRO online 2017”. Nella narrazione del romanzo è rintracciabile un argomento particolarmente sentito e legato al mondo dei giovani: la ricerca del proprio ruolo nella società. Gli altri temi che comunque scorrono più o meno sotterranei fra le pagine del libro, rimandano alla quotidianità di tutti: rapporti di coppia da risolvere, brama di chi pur guadagnando molto vuole ancora di più, ansia di potere e, ovviamente, voglia di farcela. A tutti i costi. Insomma un groviglio di passioni contrastanti e di ambizioni che in questi tempi così controversi, costituiscono il bagaglio di molti individui. A fianco di questi temi tutto sommato realistici, l’autore affianca anche quello della fantasia, rappresentato quest’ultimo dal tema mitico delle ‘sirene’. Insomma, come citato nella quarta di copertina del volume, “…Di quelle marine, in carne, lisca e fascino”. La commistione tra reale e fantasy, è sicuramente la marcia vincente di questo scritto. Il protagonista è Remo, un ragazzo delle borgate romane e pertanto abituato a un’esistenza spartana. Tuttavia, pur partendo in svantaggio, il giovane riesce a realizzare i suoi sogni. Dopo la laurea in medicina vince un concorso di aiuto chirurgo in una Asl. Tuttavia le lungaggini burocratiche lo costringono – nell’attesa che tutto si risolva – a cercare altro. A questo punto e insperatamente, al protagonista di La ragazza degli oceani, il fato si mostra foriero di buone notizie e occasioni. Il mondo non solo gli permette una carriera inattesa, ma gli dà l’occasione di vivere una straordinaria avventura, nella quale si fa accompagnare dai suoi amici d’infanzia. La sorte benigna di Remo, come per un effetto domino, abbraccia infatti anche questi ultimi. Il titolo, La ragazza degli oceani, nel romanzo ha il nome di Arya, la giovane sirena che vive con il ragazzo una struggente storia sentimentale ed esistenziale.

 

Recensione di Rossella Bertelli

 

Il lungo inverno invincibile

Il 22 giugno è uscito il nuovo libro di Silvia Tufano, “Il lungo inverno invincibile”, edito da Scatole Parlanti-Edizioni Alterego. Il romanzo parte dal primo incontro tra i due protagonisti che non avviene in uno scenario idilliaco; malgrado ciò Bob capisce subito di trovarsi di fronte a un bambino speciale, Robert. Il legame tra i due risulta subito palpabile e indissolubile, ma un lungo inverno – metaforico e non solo climatico – spinge il loro cammino su due percorsi paralleli. Le loro unicità e le loro storie si fondono in un vortice di affetto, amicizia e surrealismo, in una dimensione spazio-temporale senza limiti e oltre il tempo. Quanto di quello che avranno vissuto insieme, però, sarà realmente accaduto e quanto, invece, soltanto immaginato? Un romanzo fantasy che affronta la precaria condizione umana nella lotta costante per l’emersione dalla condizione di “trasparenza” umana e sociale dei protagonisti di una narrazione avvincente, ricca di colpi di scena. L’assenza di percezione dell’altro, infatti, rimanda a un tema molto caro all’autrice: l’invisibilità. Possiamo dire che tutti i suoi scritti rimandano a questo minimo comune denominatore che è il “passare inosservati” non tanto in quanto persone fisiche, ma in quanto portatori di idee ed in particolare di affettività, vicinanza, cura.

Silvia Tufano, pedagogista specializzata nel recupero del disagio sociale, è già nota al mondo letterario per i suoi precedenti lavori come la raccolta di racconti brevi Il sole sorge a est (Aletti Editore, 2014) e il romanzo La pioggia si può bere. Si è aggiudicata quattordici premi letterari in Italia e all’estero. Artista poliedrica, è conosciuta anche negli Stati Uniti, con cui intrattiene rapporti lavorativi costanti dal 2016. Il libro è ora in vendita su tutti i bookshop online (Amazon, Feltrinelli, Ibs, Libreria Universitaria, Unilibro, etc.) e ordinabile in tutte le librerie d’Italia.

 

Una rossa scia di sangue

Trama

Un atroce delitto sconvolge la cittadina di Piazza Armerina, bugie, segreti ed intrighi si fanno strada nella storia della città. Un’anziana, ricca benefattrice, amica personale del Vescovo e del Procuratore della Repubblica, viene trovata morta ai piedi del suo letto. Nuda. Il capitano Rallo, comandante della locale caserma dei carabinieri, e il suo vice, maresciallo Antinoro, capiscono subito di trovarsi alle prese con una autentica patata bollente. E non solo perché, in un certo senso, non avevano saputo proteggerla, ma perché scoprono che in quella casa c’è una raccolta di reperti archeologici che neppure i musei più prestigiosi si sognerebbero di avere. Ma chi era, veramente, la signorina Agata Russello? E poi, poi, anche la sua migliore amica viene ammazzata, quella splendida collezione rubata, e il figlio di un potente del paese viene arrestato dalla polizia con l’imputazione di ladro e assassino. Rallo, che non è convinto oltre ogni ragionevole dubbio di quell’arresto, si trova a giocare la partita più difficile della sua carriera, mentre l’incitamento folle di un’intera città spinge verso una giustizia rapida. E quando un altro amico della Russello viene ammazzato, allora, al capitano Rallo non resta che stringere delle strane alleanze, per dipanare la matassa.

www.unarossasciadisangue.it

www.facebook.com/UNAROSSASCIADISANGUE