L’uomo di Marte

Nel libro L’uomo di Marte viene narrata l’avventura di Mark Watney, astronauta-botanico, scappato per miracolo da un incidente che ha coinvolto la spedizione Ares 3 e tutto il suo equipaggio. Quest’ultimo, credendolo morto dopo averlo visto scaraventato fuori dall’abitacolo e trafitto da un’antenna, non può fare altro che fuggire in cerca della salvezza.Così, Mark, con la sua audacia, la sua forza di volontà e soprattutto dalla voglia di non lasciarsi battere da quel mondo non adatto all’uomo, cercherà di sopravvivere in un pianeta inospitale come Marte, dove l’atmosfera estremamente rarefatta, la mancanza di acqua, l’elevata presenza di CO2 e una temperatura media molto più bassa di quella terrestre risultano del tutto inadatti a una creatura terrestre.

I sotterranei della cattedrale

Urbino, 1789. Il cadavere del professor Lamberti viene ritrovato all’interno della cattedrale. L’ipotesi è che sia precipitato dalle impalcature. Ma Vitale Federici, il suo allievo più brillante, capisce subito che dietro quella morte si cela qualcosa di poco chiaro. Inizia dunque la sua personale indagine sugli ultimi giorni di vita del Lamberti, finché viene a conoscenza di un fatto sconcertante: l’uomo era sulle tracce di un antico tempio dedicato alle Ninfe, nascosto nel sottosuolo della città.